Centro Danzaricerca - Agnese abbraccia vater - posa artistica

Author Archive

Paghi puntuale ed il Centro Danzaricerca di premia!

Written by danzaricerca on settembre 16th, 2014. Posted in News

5% di sconto pagamento quotaIl Centro Danzaricerca, sempre attento alle necessità dei propri allievi e delle famiglie, ha trovato una formula accattivante per garantire uno sconto immediato alle quote periodiche perché, si sa, l’accortezza al portafogli, di questi tempi, è diventata una delle cose più importanti per riuscire a far quadrare il bilancio famigliare.

Essere puntuali, dunque, premia e per voi che deciderete di pagare la quota del primo trimestre nella settimana dal 22 al 26 settembre potrete beneficiare dello sconto del 5% sulla quota.

Per coloro che, invece, vorranno effettuare il pagamento in un’unica soluzione oltre ad avere lo sconto del 5% potranno beneficiare di un bonus* di 50 Euro.

E per coloro che faranno la loro lezione di prova nella settimana dal 22 al 26 settembre? Per i nuovi arrivi sarà applicato lo stesso sconto effettuando il pagamento del trimestre dal 29 settembre al 3 ottobre!

Una bella convenienza!

Recatevi presso il Centro Danzaricerca dalle 17:00 alle 19:00 e chiedete tutte le informazioni del caso, per tenervi sempre aggiornati anche sulle novità dei corsi e degli stage che stiamo programmando!

😉

Il tuo regalo di Natale al CDR

Written by danzaricerca on dicembre 5th, 2012. Posted in News

ACQUISTA UNA GIFT CARD AL CENTRO DANZARICERCA PER I TUOI REGALI DI NATALE!

  • Devi fare un regalo per natale ai tuoi amici, figli, nipotini, fratello, sorella e sei stufo delle solite cose inutili?

  • Vorresti regalare qualcosa di veramente “utile” ?

Qui al Centro Danzaricerca abbiamo preparato delle  “gift card” personalizzabili, del valore… che vuoi tu.

Acquistale e donale all’allievo iscritto da noi (potrà usufruire del tuo bonus per il pagamento della prossima rata) o segnalaci direttamente il nominativo dell’allievo su cui vuoi che venga accreditato il bonus.

Di questi tempi” crediamo che sia un regalo più che apprezzato e piu’ che utile!

Intanto Merry Christmas!

Dance Social Network: lo spettacolo che chiude l’anno accademico dei danzatori del CDR

Written by danzaricerca on maggio 29th, 2012. Posted in Appuntamenti e Segnalazioni, Comunicati Stampa, News

Sabato 16 Domenica 17 giugno il CENTRO DANZARICERCA

diretto da Agnese Riccitelli, diplomata al Teatro alla Scala di Milano

presenta

al Palazzetto dello Sport di Cologno (Via Volta – ore 21:00)

il 29° GALA DI FINE ANNO

gran-gala-dance-social-network

Nella prima parte delle due serate verrà proposto il SAGGIO vero e proprio, dove ogni corso  si esibirà nella propria disciplina di studio.

Nel  secondo tempo verrà invece presentato un allestimento teatrale a tutti gli effetti.

Sono diversi anni, ormai, che il GALA di fine anno del CENTRO DANZARICERCA va “in questa direzione”. Un’esigenza che nasce dal voler proporre qualcosa di diverso accanto al classico saggio di fine anno. Un’occasione per crescere e per vivere un’eccezionale esperienza “di palco” sia per Agnese Riccitelli che per i suoi allievi.

“Cercavo un tema attuale e una storia a lieto fine. Mi sono guardata intorno e gli ingredienti li avevo tutti lì: dovevo raccontare il mondo di “internet” e il fortunato incontro con Creativi Digitali mi ha dato la possibilità di approfondire l’argomento e di arricchire l’allestimento con i loro contributi grafici e video. Così è nato DANCE SOCIAL NETWORK che racconta la storia di Anna e Marco. Strada facendo purtroppo un grande della musica ci ha lasciato e noi non abbiamo rinunciato a citarlo con un suo brano.

Ma l’idea nell’idea  è stata l’interazione con il pubblico: per la prima volta non “si spengono i cellulari a teatro” ma si tengono accesi e gli interventi di chi guarda influenzano la trama dello spettacolo. Il primo spettacolo interattivo in Italia e forse anche nel mondo 😉

I social network raccontano la storia di tutti noi, ci aiutano a viaggiare nel tempo e nello spazio, salvano vite umane, ci comunicano “brutte notizie” in tempo reale, spesso ci fanno fare una risata liberatoria … a modo loro ci tengono uniti molto di più di 15-20 anni fa, quando la parola “connettersi” era ancora vuota di significati. Attraverso Anna e Marco raccontiamo le nostre vite che si intrecciano, che percorrono sentieri simili ad una ragnatela, con trame che ci uniscono. Come per tutte le nuove “invenzioni” sta a noi farne il buon utilizzo e trarne quei vantaggi che ci arricchiscono nella vita, nel lavoro, nell’informazione e negli affetti.

La serata sarà piena di sorprese, intanto vi preannunciamo che uno dei due protagonisti  è un ex allievo del Centro Danzaricerca, oggi danzatore a tutti gli effetti: Alessandro Ripamonti. Insieme a lui la splendida Greta Dato, anche lei danzatrice di alto livello. Tra loro due un simpatico personaggio: Mister Social Network che poteva  essere interpretato solo da un vero “abitante della rete”: Stefano Forzoni, aka sTen noto sui social in qualità di blogger.

Non tralascio di segnalare lo staff del CENTRO DANZARICERCA: sarte, assistenti, insegnanti, tecnici… come sempre mi piace sottolineare che da soli non si va da nessuna parte: il lavoro di squadra vince sempre! Vi aspettiamo…”

 

Alessandro Ripamonti e Greta Dato durante le prove

 

Per info: danzaricerca@hotmail.com

www.danzaricerca.it

Contatti

Segreteria aperta il lunedì, martedì e giovedì dalle 17:00 alle 19:00 fino a martedì 12 giugno 2012

Il Manifesto delle serate

Lo shuffle: un nuovo stile di danza?

Written by danzaricerca on febbraio 6th, 2012. Posted in Riflessioni di Agnese, Stili di Danza

Il mio punto di vista
Testi a cura di Agnese Riccitelli – Direttore Artistico, Ballerina e Coreografa. 

Cosa  è lo SHUFFLE: è un modo particolare di muovere i piedi facendo perno sul metatarso e sollevando i talloni. Un piede fa questa rotazione di 90 ° en dehors e l’altro fa la stessa cosa ma spostandosi in avanti ,in dietro o lateralmente. Grazie a questo gioco di tacco-punta ci si può spostare in qualsiasi direzione.

Questa è una spiegazione tecnica che potrei fornire io, in qualità di insegnante coreografa con un esperienza che nasce dallo studio della danza classica e del modern. Negli anni ho potuto avvicinarmi (perché non esiste buona danza e cattiva danza) anche ad altre discipline che mi hanno permesso di avere una visione più vasta e completa della danza nel suo insieme .

Questa, invece, è la spiegazione che viene data da Wikipedia:

Il Melbourne Shuffle è uno stile di ballo nato nella scena underground di Melbourne, in Australia verso la fine degli anni 80. Successivamente sono nate molte correnti stilistiche, il loro nome è in genere associato a quello di un paese, che si specializzano in una variante del ballo. Il movimento base della danza è il T-step adatto per vari tipi di musica elettronica. A questo trick si aggiungono altri movimenti delle mani e dei piedi, come il running man, il foot dragging e gli spin.

La cosa sorprendente che ho notato è che tutto si trasforma ma niente si inventa e che ogni passo ha le sue origini in passi storicamente più “antichi”.

Studiando tip-tap ho colto molte somiglianze con alcuni passaggi nella danza di carattere(nate molto prima del tip-tap).

Lo stesso passo base dello SHUFFLE non deriva forse da alcuni passi del modern-jazz degli anni 80?

Se vi ricordate le splendide coreografie di Lorella Cuccarini in quegli anni (tipo la sigla La notte vola) o le performance di Heather Parisi, sempre in quegli anni, non notate una certa somiglianza con lo SHUFFLE?

Certo, è interessante osservare come un passo come lo SHUFFLE abbia creato un aggregazione tra i ragazzi, un modo di riunirsi e uno stile anche nel vestire.

Inoltre, nel corso degli anni ha trovato una sua precisa identità tanto da creare eventi, gruppi e un forte senso di appartenenza e di difesa di questo stile sicuramente ammirevole.

Trovo ancora più interessante una nuova tendenza che unisce la danza e la “rete”. Il fenomeno del Dance Flash Mob che, dal mio modesto punto di vista, va avvicinato e “utilizzato” per promuovere ed aggregare le persone utilizzando la danza come “collante”.

Un Dance Flash Mob, come lo intendo io, deve poter far ballare tutti ed i passi, riferiti ad un genere od una canzone specifica, ovviamente vengono SEMPLIFICATI affinché si renda possibile la partecipazione di tutti coloro che lo desiderano.

Questo è l’esempio della coreografia per il Dance Flash Mob “Party Rock”, studiata proprio dal nostro Centro ed ottimizzata in modo molto semplice, per una facile comprensione e coinvolgimento delle persone.

Ben altra cosa è un Dance Flash Mob fatto da ballerini professionisti (ma a quel punto parliamo di azione non convenzionale), diventando una pura esibizione dove il “pubblico” non può partecipare ma resta solo spettatore passivo. A questo punto non è più un Flash Mob, ma uno spettacolo e va considerato come tale.

Va compreso (e non è molto difficile arrivarci) che vengono fatte quindi delle scelte semplificando la coreografia di riferimento a favore di una partecipazione di massa, altrimenti si snatura il significato del Flash Mob stesso.

Continuo a sostenere che non esistono passi di “proprietà privata” e che in alcune danze di carattere si nascondono passi di funky o che in alcuni passaggi del balletto classico risiedono le dinamiche della danza moderna.

Ritornando allo SHUFFLE come passo base, lo praticavo già 30 anni fa, non si chiamava così ma “stava” dentro nelle coreografie delle lezioni che andavo a prendere da Brian e Garrison, due famosi ballerini (adesso coreografi  televisivi e anche amici cari) della compagnia di BOB FOSSE che erano appena arrivati in Italia. Ma anche Bob Fosse a sua volta attinse da dinamiche già pre-esistenti, rendendole personali e differenti con il suo stile.

E’ inutile accanirsi su chi vuole solo diffondere la DANZA attraverso un sano modo di aggregazione senza soffermarsi a capire il “taglio” che è stato dato all’evento e le finalità.

E tornando al concetto del “tutto si trasforma, nulla si inventa”, il Dance Flash Mob, oserei affermare che ha delle somiglianze con le feste contadine e le danze di paese, che riunivano tutti durante momenti speciali (la Primavera, la raccolta del grano etc.), con la differenza che la “convocazione” parte fondamentalmente dalla rete.

Questo è uno dei tanti video che si possono trovare sulla rete sullo stile shuffle:

Pae & Sarah, due ragazzi davvero ammirevoli.

Concludendo, ritegno che non facciamo altro che riempire di nostre personali interpretazioni dettate anche dai nostri tempi, contenitori già esistenti e già mezzi pieni, nati con l’Uomo. E questo ci fa solo onore perché lasciamo un segno su una traccia già segnata da altri facendo in modo che nulla si cancelli, ma che si evolva insieme a noi.

Enjoy!
Agnese Riccitelli 

RAIMONDA – EVENTO SPECIALE

Written by danzaricerca on ottobre 27th, 2011. Posted in News

in onda su Rai5 presentato da KLEDI
Giovedì 27 ottobre 2011 – ore 21.30

kledi

In occasione dell’evento speciale in diretta differita su RAI5, KLEDI sarà inviato speciale per commentare in diretta il balletto “Raimonda” dal prestigioso Teatro alla Scala di Milano insieme alla madrina di questo evento: LUCIANA SAVIGNANO.
Con questo evento, RAI5 porterà finalmente la grande Danza in prima serata al pubblico televisivo.

E’ possibile seguire l’evento anche in diretta web streaming cliccando qui.

Ricordiamo che OGNI SABATO alle 23:30, RAI5 sul DIGITALE TERRESTRE, o in streaming sul portale www.Rai5.it, viene trasmesso il programma “PROGETTI DI DANZA”!

Programma TV condotto dal ballerino Kledi Kadiu, Regia di Alessandro Tresa. Una produzione di Vittoria Cappelli.
Per ulteriori info kk@kledi.it

Gli show a New York un’esperienza unica

Written by danzaricerca on ottobre 20th, 2011. Posted in Riflessioni di Agnese

Annotazioni e ricordi di viaggi a New York, fondamentali per il Centro Danzaricerca.

agnese riccitelli riflessioni personaliCarissimi,

da più di 10 anni ho scelto di ampliare il mio aggiornamento nel campo tersicoreo andando più volte l’anno a New York per poter prendere “la classe” di maestri straordinari e per poter “portare a casa” le loro innovazioni sia nel campo della danza classica sia nel modern, oltre all’energia pura che si respira nell’ambiente della danza newyorkese.

A parte questo aspetto, del quale tornerò presto a parlare più nello specifico, volevo segnalarvi alcune belle idee che fanno degli show newyorkesi un esperienza unica per chi vi assiste (ed io me li sono visti oramai tutti!).

Saluti da New York: Michela Boschetto inizia il suo contributo al Centro Danzaricerca

Written by danzaricerca on ottobre 18th, 2011. Posted in Contributi, Coreografi, Danza

Ciao a tutti voi, mi chiamo Michela Boschetto e QUI potete trovare una piccola bio per farvi un’idea più approfondita di chi sono!

Innanzi tutto volevo sottolineare a tutti gli studenti del Centro Danzaricerca di sentirsi fortunati nell’avere una Direttrice ed insegnante come Agnese.

È grazie ad Agnese che l’energia continua scorrere per gli ambienti della vostra Scuola. Non avete idea di come dia tutta se stessa quando viene a New York per cercare di assorbire, il più possibile, il fluido positivo che è presente

I ragazzi, all’Accademia de La Scala di Milano, diventano un numero importante

Written by danzaricerca on ottobre 17th, 2011. Posted in News

Il Corriere della Sera, ieri sera, è uscito con un articolo molto interessante che fa capire le nuove tendenze in campo artistico. Non più un’esclusiva femminile, dunque, il balletto ma una fortissima parità fra i nuovi iscritti all’Accademia della Scala, su 192 infatti 90 sono ballerini.

Un trend in salita su svariate piazze: da Roma a Milano

Debutto di Roberto Bolle a Baden Baden, con l’Orpheus

Written by danzaricerca on ottobre 14th, 2011. Posted in Appuntamenti e Segnalazioni, News, Opera e Balletto

Lo splendido ballerino Roberto Bolle debutta, con la prima delle quattro date previste, nel soggetto di Orpheus creato per l’etoile scaligero dal famoso coreografo John Neumeier di nazionalità germanica.

E’ a  Baden Baden, il palcoscenico tedesco che questa sera offrirà una prima attesissima, che Roberto

Appuntamenti alla Scala di Milano: Raymonda

Written by danzaricerca on ottobre 5th, 2011. Posted in Appuntamenti e Segnalazioni, Opera e Balletto

Vista Teatro alla Scala di MilanoDesideriamo segnalarvi uno degli ultimi grandi titoli del fastoso momento dei balletti imperiali che entra nel repertorio scaligero. 

“Raymonda”

Marius Petipa – Aleksandr Glazunov

Un appuntamento attesissimo che concluderà la stagione di Balletto 2010/2011 e sarà in prima assoluta dall’11 ottobre, con repliche fino al 4 novembre. 

Questo sito utilizza i cookies per una migliore esperienza di navigazione. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa estesa.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi